Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 23410 - pubb. 24/03/2020

Ecco l’udienza di accertamento del passivo in videoconferenza con il sistema Teams di Microsoft

Tribunale Siracusa, 13 Marzo 2020. Est. Maida.


COVID-19 - Svolgimento dell'udienza di accertamento del passivo - Videoconferenza



Al fine di contrastare l’emergenza epidemiologica da COVID-19 e contenerne gli effetti negativi sullo svolgimento dell’attività giudiziaria, è possibile disporre che l’udienza di accertamento del passivo si svolga mediante videoconferenza.
Depongono a favore di questa scelta:- il provvedimento del Direttore generale dei sistemi informativi e automatizzati del Ministero della giustizia 10 marzo 2020 (m_dg.DOG07.10/03/2020.0003413.ID) il quale dispone che, nell’ipotesi prevista dall’art. 2, comma secondo, lett. f), del Decreto legge 8 marzo 2020, n.11, le udienze civili possono svolgersi mediante collegamenti da remoto organizzati dal giudice utilizzando gli applicativi “Skype for business” o “Teams”, operanti su infrastrutture di pertinenza del Ministero della Giustizia o su data center riservati in via esclusiva al medesimo;- l’art. 95, comma 3, l. fall., come integrato dal dl n. 59/2016, il quale prevede che il Giudice delegato, in relazione al numero di creditori e all’entità del passivo, può stabilire che "l'udienza sia svolta in via telematica con modalità idonee a salvaguardare il contraddittorio e l'effettiva partecipazione dei creditori, anche utilizzando le strutture informatiche messe a disposizione della procedura da soggetti terzi”. (Redazione IL CASO.it) (riproduzione riservata)


Segnalazione dell'Avv. Marco Spadaro


Il testo integrale