Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 24511 - pubb. 17/11/2020

Equo compenso: retroattività e applicazione nelle procedure fallimentari

Cassazione civile, sez. I, 17 Aprile 2020, n. 7904. Pres. Rosa Maria Di Virgilio. Est. Terrusi.


Onorari professionali - Art. 13 bis l. 247 del 2012 - Equo compenso dell'avvocato - Applicazione retroattiva - Esclusione - Estensione alle procedure fallimentari - Esclusione



In tema di onorari professionali, l'art. 13 bis della l. n. 247 del 2012 sul cd. equo compenso dell'avvocato non ha natura interpretativa e valore retroattivo, facendo difetto sia l'espressa previsione nel senso dell'interpretazione autentica, sia i presupposti di incertezza applicativa di norme anteriori che ne avrebbero giustificato l'adozione, non potendo in ogni caso essere invocato in caso di attività professionale in favore di procedure fallimentari, ontologicamente non catalogabili nel concetto di "imprese" cui la norma si riferisce. (massima ufficiale)


Il testo integrale